ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Aggiudicati i più grandi giacimenti petroliferi iracheni


Iraq

Aggiudicati i più grandi giacimenti petroliferi iracheni

A Royal Dutch Shell e Petronas il più grande giacimento di petrolio al mondo non ancora operativo. Il consorzio anglo-olandese e quello malese si sono aggiudicati la gara bandita dal governo iracheno e potranno così sfruttare le risorse di Majnoon. Al consorzio guidato dalla cinese CNPC il sito di Halfaya, sempre nel Sud del Paese.

A Baghdad, i rappresentanti delle due società hanno presentato un’offerta di 1,39 dollari al barile. Puntano a estrarne quasi due milioni al giorno, il doppio rispetto alle previsioni del governo iracheno di Nuri al-Maliki. In totale sono state bandite gare per dieci siti petroliferi. Le licenze, di durata ventennale, fanno riferimento a giacimenti sparsi in tutto il Paese, per complessivi 41,2 miliardi di barili.

I questo modo, l’Iraq potrebbe arrivare a fare concorrenza ai principali produttori, Arabia Saudita e Russia. Tutto questo mentre l’Agenzia Internazionale dell’Energia ha rivisto le previsioni della domanda mondiale di petrolio per il 2009 e 2010, con un prezzo di 76 dollari al barile entro il 2014, contro i 60 dollari previsti fino ad ora.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

UE: si cerca ancora l'accordo per i paesi in via di sviluppo