ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A processo Astiz, "Angelo biondo della morte"

Lettura in corso:

A processo Astiz, "Angelo biondo della morte"

Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre oggi a Buenos Aires il processo contro Alfredo Astiz. Conosciuto come “l’angelo biondo della morte”, l’ex-intoccabile tenente della Marina argentina deve rispondere per i crimini commessi tra il 1976 e il 1983 quando, durante la dittatura, era responsabile dell’Esma, il più grande centro di detenzione clandestina della capitale. Astiz è già stato condannato all’ergastolo in Francia nel 1990, e in Italia nel 2004:

“Questa è la prima parte di tutti i crimini commessi all’Esma, non tutti i responsabili andranno a processo ma solo alcuni – dice Luis Alem, Sottosegretario alla Protezione dei Diritti Umani. Speriamo però che si tratti dell’inizio. Ci auguriamo che vengano condannati all’ergastolo e che scontino la pena in un carcere”.

Astiz, 58 anni, è uno dei simboli degli orrori commessi all’Esma, la Scuola Superiore di Meccanica dove, secondo stime dei gruppi di difesa dei diritti umani, circa 5000 persone sarebbero state torturate e poi uccise con i cosiddetti “voli della morte”. Con lui, a giudizio, ci sono altre 18 persone accusate di diversi delitti. Davanti al tribunale si sono radunate le madri di Plaza del Mayo per chieddere giustizia.