ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un radar europeo per spiegare i cambiamenti climatici

Lettura in corso:

Un radar europeo per spiegare i cambiamenti climatici

Dimensioni di testo Aa Aa

Comprendere l’impatto dei cambiamenti climatici attraverso un radar.

Con Cryosat-2, l’ESA si accinge a misurare le variazioni dello spessore del ghiaccio polare.

A Copenhagen, l’Agenzia Spaziale Europea ha allestito una mostra dedicata al satellite ambientale Croysat 2, la cui missione inizierà nei primi mesi del 2010, durerà più di tre anni.

Arne Christer Fuglesang, astronauta svedese appena rientrato dallo spazio, racconta: “Orbita intorno alla Terra a 700 chilometri, copre quasi tutta la superficie della Terra, ha un radar assai sofisticato, un radar con apertura sintetica, così riuscirà a misurare lo spessore del ghiaccio”.

Cryosat 2 avrà in dotazione un radar altimetro, che sfrutta tecniche il cui scopo è quello di fornire dati di maggiore precisione e affidabilità.

Nell’Artico, lo spessore dei ghiacciai può variare, da qualche centimetro a parecchi chilometri. Negli anni, i dati acquisiti potrebbero mostrare l’influenza dei cambiamenti climatici sui ghiacci del Pianeta.

Johannes Bahrke, inviato di euronews a Copenhagen: “Con i suoi satelliti, l’Esa spera di capire i cambiamenti climatici un po’ meglio, con questa mostra, spera di spiegare un po’ meglio, e vuole anche, con i suoi dati, dare il suo contributo a Copenhagen”.