ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit Ue: a metà strada tra Nizza e Lisbona

Lettura in corso:

Summit Ue: a metà strada tra Nizza e Lisbona

Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre questo giovedì a Bruxelles il vertice europeo d’inverno, con cui si chiude la presidenza svedese.

Sotto quest’ultima si è compiuto il miracolo Lisbona: il trattato di Lisbona è stato infatti adottato, e sempre sotto presidenza svedese, sono state scelte le personalità che ricopriranno i due ruoli chiavi introdotti dal trattato.

La maratona negoziale che ha portato alla designazione di Herman Van Rompuy e Chatrine Ashton ha fatto sollevare un sospiro di sollievo che però è durato un attimo.

Infatti molti stati membri, tra cui i grandi, non vorrebbero sottostare al trattato, che di fatto sminuisce il proprio ruolo.

Molti adesso chiedono di preservare il ruolo della presidenza di turno, per esempio nelle riunioni degli ambasciatori o in assenza della signora Ashton.

Nel corso del vertice di giovedì e venerdì i 27 dovranno occuparsi anche di cose concrete, come clima, crisi finanziaria e dell’adozione del cosiddetto programma di Stoccolma.