ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da Londra la super-tassa sui bonus dei banchieri

Lettura in corso:

Da Londra la super-tassa sui bonus dei banchieri

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo britannico presenta la pre-finanziaria con la quale spera di riconquistare consensi in vista delle elezioni. Tra le misure spicca la tassa sui bonus dei manager.

Le stime sulla crescita sono peggiori di quelle di aprile secondo il ministro delle Finanze Alistair Darling. Una contrazione del 4,75 per cento nel 2009 rispetto al precedente 3,5. Ma nel 2010 è prevista una crescita dell’1-1,5 per cento.

“Sebbene io creda che l’economia britannica sia sulla strada della ripresa, non si può essere soddisfatti”, afferma Darling. “Dobbiamo continuare a sostenerla fino a quando non ci sarà una piena ripresa. Se non lo facciamo freneremo il suo recupero ed è un rischio che non sono pronto ad assumermi”.

Entra immediatamente in vigore e durerà fino ad aprile una tassa “una tantum” del 50 per cento su tutti i bonus nel settore bancario che superino i 27mila euro. La misura secondo Darling dovrebbe fruttare poco più di 600 milioni di euro. Questi fondi saranno utilizzati per rilanciare l’occupazione.

Il governo britannico prevede tagli alla spesa, ad eccezione del settore sanitario, della polizia e delle scuole, per far fronte all’enorme deficit pubblico: rivisto al rialzo dal ministro Darling, è pari a 196 miliardi di euro.