ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

8 dicembre, candele a Lione per la Vergine di Fourvière

Lettura in corso:

8 dicembre, candele a Lione per la Vergine di Fourvière

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il giorno dell’Immacolata Concezione. Ma l’8 dicembre per Lione è anche e ancora prima la festa della Vergine di Fourvière, ultimo giorno della Fête des Lumières, la festa delle luci.

Un evento giunto quest’anno alla sua undicesima edizione e che, sulla base della tradizione, ha innestato un vero e proprio evento socio-culturale che attira milioni di visitatori. L’Arcivescovo della città francese, Philippe Barbarin, racconta:

“E’ la festa delle luci di Lione, tutti mettono delle candele sul davanzale della finestra in onore della Vergine di Fourvière. E ora saliamo con la statua della Vergine dalla cattedrale fino alla Basilica. E’ un momento di gioia per tutti”.

Per i lionesi è ufficialmente il la alle festività natalizie. La festa della Vergine di Fourvière fu fissata l’8 dicembre 2 anni prima che Pio IX, nel 1854, istituisse il dogma dell’Immacolata Concezione, l’8 dicembre appunto.

“E’ bellisimo, straordinario” dice una residente di Lione.

“Originariamente si celebrava in settembre, l’8 settembre” racconta un altro partecipante alle celebrazioni. “Ma a causa di una piena eccezionale la festa venne sospesa e rinviata a dicembre. Quindi l’8 dicembre. Ma l’8 dicembre c’era talmente tanta nebbia che tutti accesero le candele. Ecco la storia”.

Sono circa 4 milioni le persone che, nelle 4 serate della Fête des Lumières, si sono riversate nelle strade di Lione. Costo complessivo dell’organizzazione di quest’anno: 2,5 milioni di euro di cui 3.500 euro il solo costo energetico dell’illuminazione. Candele escluse.