ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mafia: presi i superlatitanti Nicchi e Fidanzati

Lettura in corso:

Mafia: presi i superlatitanti Nicchi e Fidanzati

Dimensioni di testo Aa Aa

Si nascondeva a due passi dal Palazzo di Giustizia di Palermo Giovanni Nicchi: nonostante i suoi 28 anni considerato il numero due di Cosa Nostra. E’ stato arrestato mentre a Milano le manette scattavano anche per un altro capomafia storico, il settantaquattrenne narcotrafficante Gaetano Fidanzati, nella lista dei 30 latitanti più pericolosi.

“Con le due operazioni brillantissime condotte dalle forze dell’ordine a Palermo e Milano – ha commentato Berlusconi – abbiamo preso 17 su 30 dei più pericolosi latitanti. E’ la migliore risposta a tutte le calunnie rivolte al governo da irresponsabili che, con il loro agire, non fanno altro che gettare fango”.

Per il premier questi arresti sono stati l’occasione per rispondere a stretto giro alle accuse del pentito Gaspare Spatuzza, che aveva parlato di un suo presunto coinvolgimento con esponenti mafiosi.

Solo venti giorni fa era finito in manette un altro potente boss: Domenico Raccuglia. Per gli investigatori Cosa Nostra palermitana è rimasta senza guida.