ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Copenhagen: 192 Stati per il clima

Lettura in corso:

Copenhagen: 192 Stati per il clima

Dimensioni di testo Aa Aa

Copenhagen è pronta. La città danese, da domani fino al 18 dicembre, si trasformerà nella capitale mondiale del clima. Durante il summit i delegati di 192 Paesi, tra cui un centinaio di capi di Stato, cercheranno di trovare un accordo sul documento che dovrà sostituire il protocollo di Kyoto fissando gli obiettivi per la riduzione delle emissioni dei gas serra da raggiungere entro il 2020.

Oggi intanto il primo appuntamento ufficiale con Yvo de Boer, dell’Onu, segretario generale del vertice: “Credo che i negoziatori abbiano avuto dai leader mondiali chiari segnali per lavorare su un insieme di proposte che portino ad azioni rapide. Mai, in diciassette anni di negoziati sui cambiamenti climatici, ci sono state così tante nazioni che hanno preso assieme impegni inderogabili. Quasi ogni giorno i Paesi annunciano nuovi obiettivi o pianificano un taglio delle emissioni. E’ semplicemente senza precedenti”. Tra i risultati da ottenere quello di limitare a due gradi centigradi l’aumento della temperatura globale nei prossimi dieci anni. Il mondo intero guarda a Copenhagen e ieri in diverse capitali europee si sono svolte manifestazioni per chiedere ai leader del pianeta decisioni coraggiose. A Londra più di ventimila persone sono scese in piazza. Quindicimila quelle che hanno sfilato per le strade di Bruxelles. Tra loro c‘è anche chi spera negli Stati Uniti.