ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il pentito Spatuzza accusa Berlusconi di complicità con la mafia

Lettura in corso:

Il pentito Spatuzza accusa Berlusconi di complicità con la mafia

Dimensioni di testo Aa Aa

Berlusconi e Dell’Utri avrebbero stretto un patto con la mafia nella stagione delle stragi all’inizio degli anni novanta. L’accusa viene dal mafioso Gaspare Spatuzza nel corso del processo d’appello al senatore del PDL Marcello dell’Utri, già condannato in primo grado a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

“Mi vengono fatti i nomi di due soggetti… di Berlusconi, Graviano mi disse: quello del Canale 5 – aggiungendo – tra cui c‘è di mezzo un nostro compaesano, Dell’Utri”, ha detto Spatuzza in aula. Spatuzza, arrestato nel luglio del 1997, faceva parte del clan mafioso di Brancaccio a Palermo. Per il suo ruolo negli attentati del ’93 è stato già condannato ma non aveva ancora mai fatto il nome di Berlusconi. “Un patto tra i Graviano, Dell’Utri, Berlusconi, alla vigilia delle stragi del ’93?”, chiede un giornalista a Dell’Utri. “Si, e Bin Laden pure c’era- risponde ironicamente il Senatore -. Questo non è stato detto, ma io penso che verrà fuori prima o poi. “Al di là delle battute?”, richiede il giornalista. “Al di là delle battute, c‘è da ridere – risponde dell’Utri -. Cosa devo fare? C’‘è da parlare seriamente di questo…..? Pochi mesi dopo le stragi Berlusconi, che ha definito le accuse di oggi follia, entrò nell’arena politica con il suo nuovo partito Forza Italia. Nel ’94 vinse le elezioni e diventò capo del governo. Secondo Spatuzza dell’Utri e Berlusconi gli avrebbero “messo il Paese nelle mani”. I magistrati dovranno adesso verificare le rivelazioni fatte dal mafioso. Tra il 14 maggio e il 28 lugio del 1993 sono state fatte esplodere cinque bombe tra Milano, Firenze e Roma che hanno ucciso dieci persone.