ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: pressing Usa sul potenziamento dei contingenti

Lettura in corso:

Afghanistan: pressing Usa sul potenziamento dei contingenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Secondo giorno del vertice Nato a Bruxelles, per discutere del potenziamento dei contingenti in Afghanistan. L’accresciuto impegno annunciato dal presidente Obama non ha convinto i partner dell’Alleanza Atlantica. I rinforzi che sarebbero pronti a fornire sono ben al di sotto delle aspettative della Casa Bianca.

A fronte di trentamila nuove unità che si appresta a inviare, Washington attende un contributo di settemila uomini. Mille quelli che dovrebbe fornire soltanto l’Italia.

Più tiepida la reazione di Francia e Germania, che attendono la conferenza sull’Afghanistan, in programma a Londra a fine gennaio. Fermo ma ottimista il Ministro degli esteri norvegese: “Il nostro messaggio per il governo di Karzai è chiaro – dice Jonas Gahr Store -: devono impegnarsi per la trasparenza e combattere corruzione e traffico di droga. Sono però convinto che possano aver fiducia in noi. Con una linea comune, riusciremo meglio nei nostri compiti di coordinamento”.

Meno di cinquemila i nuovi effettivi che gli alleati sarebbero al momento disposti a mettere in campo. Una cifra che secondo la Nato rischierebbe di compromettere i tempi del disimpegno statunitense.