ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

7000 soldati Nato in più per l'Afghanistan

Lettura in corso:

7000 soldati Nato in più per l'Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nato ha risposto presente all’appello statunitense d’inviare nuove truppe in Afghanistan. Saranno 7.000 in più i soldati inviati da 25 paesi alleati di Washington. Gli unici che hanno risposto un no secco sono i francesi che giudicano sufficiente il proprio contingente già di stanza nel Paese aisatico.

Nonostante i rinforzi il segretario generale dell’Alleanza atlantica Anders Fogh Rasmussen ha ammesso che il risultato dell’operazione resta incerto. “Non abbiamo dubbi che sarà dura. Nessuno si aspetta risultati immediati, ma con le giuste risorse e il giusto approccio possiamo farcela. E noi abbiamo entrambe”, ha detto Rasmussen in conferenza stampa. Con il contributo della Nato e con i 30 mila soldati promessi da Barack Obama la missione Isaf raggiungerà le 140 mila unità. “È cruciale per il successo nella lotta al terrorismo – ha dichiarato il ministro degli esteri afghano – rendere sicure le province liberate”. L’Italia invierà altri mille soldati raggiungendo quota 4.000. Tra i compiti principali delle nuove truppe ci sarà l’addestramento di polizia ed esercito afghani che a partire dalla seconda metà del 2011 dovranno cominciare a prendersi le responsabilità della sicurezza del paese.