ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Treni: più diritti per i passeggeri, da oggi.

Lettura in corso:

Treni: più diritti per i passeggeri, da oggi.

Dimensioni di testo Aa Aa

I viaggiatori ferroviari europei, almeno in teoria, da oggi hanno maggiori diritti. Entra in effetti in vigore un nuovo regolamento europeo, che prevede, tra l’altro: almeno 21.000 euro per le necessità immediate ai familiari di un passeggero in caso di morte o ferimento, risarcimenti in caso di perdita del bagaglio, rimborsi per i ritardi.

“Penso che sia un’ottima idea, perché ho sempre problemi di ritardo dei treni internazionali. Quasi sempre, a dire il vero. Spero non oggi, ma di solito, quando prendo un treno per Amsterdam o Parigi, è in ritardo” Sono quasi otto miliardi i biglietti di treno emessi ogni anno nell’Unione europea: la normativa ha dunque un’importanza enorme, e rischia di avere ricadute imprevedibili. Risarcimenti fino a quasi 1.300 euro per perdita o danneggiamento del bagaglio, e biglietti rimborsati al 25% se il ritardo del treno è compreso tra una e due ore, e del 50% se superiore alle due ore. Sono previsioni che rischiano di avere costi enormi, e che sono discriminatorie rispetto al trasporto aereo, secondo il direttore dell’associazione delle compagnie ferroviarie europee: “Se prendiamo le normative e le compariamo, prendiamo per esempio quella delle ferrovie, adesso, beh, prevede che per un ritardo di un’ora, su una tratta internazionale, il viaggiatore debba ricevere un rimborso del 25%. Non c‘è nulla di comparabile a carico delle compagnie aeree, e lo stesso vale per il ritardo di due ore, con il rimborso del biglietto al 50%, mentre le compagnie aeree non devono pagare niente” In effetti le compagnie aeree sono tenute al rimborso solo per ritardi superiori alle cinque ore, che diventeranno tre per decisione della corte europea. Resta da vedere, in ogni caso, l’applicazione concreta della normativa: alcune aziende sembrano più pronte di altre, e c‘è comunque qualche dubbio su dettagli come, per esempio, i risarcimenti per i bagagli. Che solitamente sui treni non vengono registrati né stivati.