ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Italia pensa d'inviare altri mille soldati in Afghanistan

Lettura in corso:

L'Italia pensa d'inviare altri mille soldati in Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Un migliaio di soldati in più in Afghanistan. È quanto dovrebbe decidere il governo italiano dopo l’appello degli Stati Uniti agli alleati per un rafforzamento della missione Isaf. Il ministro della difesa Ignazio La Russa ha spiegato che le truppe verranno reperite da altre missioni in particolare dal Kosovo e dal Libano. E saranno dispiegate nella seconda parte del 2010.

La nuova strategia per l’Afghanistan sarà discussa a Bruxelles oggi e domani dai ministri degli esteri dei paesi dell’Alleanza Atlantica. Le posizioni in seno alla Nato sono molto diversificate. La Germania ha spiegato che non potrà decidere l’invio di nuove truppe prima del dibattito parlamentare sull’Afghanistan previsto a gennaio. La Francia ha già detto no a Washington. Mentre hanno promesso rinforzi Corea del Sud, Gran Bretagna, Georgia, Slovacchia e Polonia. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato l’invio di altri 30 mila soldati in Afghanistan e ha chiesto agli alleati d’inviarne almeno altri 10 mila. Obama ha anche indicato una data per il ritiro. Tutte le truppe americane dovrebbero partire nella seconda metà del 2011 e passare le consegne alle forze di sicurezza afghane.