ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clima, Greenpeace "assale" il Parlamento francese

Lettura in corso:

Clima, Greenpeace "assale" il Parlamento francese

Dimensioni di testo Aa Aa

Meno 4 giorni all’inizio del vertice di Copenhagen sul clima. Le delegazioni sono pronte, abbondano i messaggi delle associazioni e delle lobby che spingono per un accordo ambizioso. In aeroporto spiccano le scuse dei leader che, tra 10 anni, riconosceranno di non aver fatto abbastanza per il pianeta.

Greenpeace è passata ad azioni spettacolari in Francia. Un vero e proprio assalto all’Assemblée National per chiedere impegni concreti contro le emissioni di biossido di carbonio. In Parlamento è stato il putiferio, i deputati Ump hanno dato dei fascisti e canaglie ai verdi. “L’azione di Greenpeace è perfettamente legittima. Ma quello che hanno fatto in Parlamento è totalmente inaccettabile” ha detto il capo gruppo dei socialisti. La seduta è stata interrotta, la protesta è continuata fuori dall’edificio. Mentre i dialogo e le tensioni sul clima continuano, i segnali d’allarme non cessano. A Mosca ieri i termometri hanno registrato il record della temperatura più alta nel mese di dicembre da oltre un secolo. “Il calore dell’inverno moscovita sembra essere una conseguenza del surriscaldamento climatico” dice il responsabile del servizio meteorologico della capitale russa. “D’altro canto anche lo scorso anno c’erano stati dei picchi”. Niente neve per le strade di Mosca, gente che ha potuto raccogliere funghi spuntati nella prima periferia. E allo zoo gli orsi non si sono ancora decisi ad andare in letargo.