ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Erdogan: minareti, la Svizzera sbaglia

Lettura in corso:

Erdogan: minareti, la Svizzera sbaglia

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato un errore, la Svizzera faccia un passo indietro. Il Primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan lancia un appello alla Svizzera dopo il referendum che vieta la costruzione di nuovi minareti. Oggi è arrivata anche la condanna del Commissario ai Diritti Umani dell’Onu Navi Pillay che ha definito “chiaramente discriminatoria” la misura.

“I diritti e le libertà fondamentali non dovrebbero essere oggetto di referendum” ha detto Erdogan in Parlamento. “Quella della Svizzera riguardo al referendum sui minareti è stata una decisione sbagliata”. La campagna per il referendum anti-minareti è stata condotta in Svizzera dall’Unione Democratica di Centro, partito conservatore, e dall’Unione Democratica Federale, in cui confluiscono movimenti xenofobi e partiti evangelici. Il caso mette in imbarazzo le autorità elvetiche: “Solo con il tempo vedremo come evolverà questo tipo di dibattito, se i toni si alzeranno o al contrario si abbasseranno” ha dichiarato il Presidente della Federazione Hans Rudolf Mertz. “La sola cosa che possiamo fare è curare la comunicazione nel modo più serio possibile” ha aggiunto. La Svizzera ospita attualmente 300.000 musulmani su una popolazione complessiva di 7 milioni e 700.000 persone. Sono in gran parte bosniaci, kosovari e turchi.