ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al via il Trattato di Lisbona: "un'Europa piu' forte ed efficace", plaudono gli artefici

Lettura in corso:

Al via il Trattato di Lisbona: "un'Europa piu' forte ed efficace", plaudono gli artefici

Dimensioni di testo Aa Aa

Fuochi d’artificio hanno festeggiato, martedì sera in chiusura di cerimonia, l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona. Era il 13 dicembre 2007, quando i leader europei siglarono l’agognato trattato di riforma, nella capitale portoghese.

“Primo dicembre 2009, data storica”, hanno affermato nei loro discorsi le piu’ alte cariche europee e portoghesi, presenti alla cerimonia che, come quella della ratifica, ha avuto luogo nel suggestivo scenario di Belem. Tra le principali novità introdotte, il Presidente del Consiglio Europeo, carica affidata all’ex premier belga, Herman Van Rompuy, cristiano-democratico di 62 anni. Il Trattato prevede anche l’Alto Rappresentante per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, che è anche vice-presidente della Commissione. E’ la laburista britannica Catherine Ashton, 53 anni, che avrà alle sue dipendenze una folta rappresentanza diplomatica europea. Altra novità di rilievo: l’Unione acquisisce personalità giuridica, il che le dà forza e concretezza maggiori sullo scenario internazionale. Ci sono poi le clausole di solidarietà e di mutua difesa, che instaurano legami di reciproca assistenza, anche militare, tra gli Stati membri.