ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I Ventisette fanno pressione sulla Cina

Lettura in corso:

I Ventisette fanno pressione sulla Cina

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa gioca le ultime carte per convincere la Cina a impegnarsi di più contro i cambiamenti climatici. Al vertice di Copenhagen manca ormai una settimana, ma, nonostante le aperture di Washington e Pechino, i punti interrogativi restano. Una delegazione dei Ventisette ha incontrato a Nanchino il premier Wen Jabao. Sullo sfondo, una bozza di proposta della Danimarca che prevede la riduzione del 50 percento delle emissioni inquinati entro il 2050 rispetto ai livelli del 1990.

Insieme al premier svedese Fredrik Reinfeld, in rappresentanza della presidenza europea e al presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso, Wen ha discusso anche di economia, ma l’attenzione è andata in particolare al clima. L’India ha già risposto picche a ogni tipo di vincoli sui Paesi in via di sviluppo. La Cina, che, soprattutto con le sue industrie, è in testa alla lista nera dei Paesi più inquinanti, ha detto che nessuno sforzo può andare a detrimento del suo sviluppo economico. La scorsa settimana, Pechino si è impegnata a ridurre entro il 2020, le emissioni del 40-45 per cento rispetto al 2005. Ma per ora, di concreto, non c‘è nulla. E qualcuno, visto che la strada è in salita, per salvare il Pianeta, pedala, illuminando in modo pulito l’albero di Natale.