ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I minareti fanno discutere anche in Francia

Lettura in corso:

I minareti fanno discutere anche in Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il dibattito sui minareti arriva anche Francia. Qui vivono oltre quattro milioni di musulmani. Chi frequenta le moschee in modo più assiduo sono i tunisini, anche se è la comunità algerina quella più cospicua, legata in particolare alla Grande Moschea di Parigi.

“Non capiamo come mai i minareti possano essere considerati come il simbolo di qualcosa, se non di un posto dove le persone si riuniscono per pregare – dice il rettore della Moschea di Parigi Dalil Boubakeur. Quello che occorre verificare è chi gestisce queste moschee, chi le frequenta, cosa viene detto al loro interno e da quale imam. Il problema fa riferimento all’educazione degli imam. Gli imam devono saper rispettare lo spirito dell’islam e rispettare il proprio ruolo che è definito dalla legge, la legge del Paese”. A livello politico, mentre il Fronte Nazionale saluta la decisione, il ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner ha parlato di intolleranza. Secondo il ministro dell’immigrazione, Eric Besson, “i minareti non sono un tema politico”. Besson ha invitato a non creare falsi dibattiti, favorendo, piuttosto, l’emergere di un islam francese che si integri con i valori della repubblica.