ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Honduras, protagonista inatteso del Vertice Ispanoamericano dell'Estoril

Lettura in corso:

Honduras, protagonista inatteso del Vertice Ispanoamericano dell'Estoril

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Honduras non era all’ordine del giorno al vertice ispanoamericano apertosi oggi in Portogallo, all’Estoril, ma la situazione del paese ha dominato i lavori preparatori. Grazie anche anche agli uffici di Patricia Rodas, ministro degli esteri del presidente deposto, sarà al centro delle discussioni sino a martedì, giornata conclusiva di questo XiX summit ufficialmente dedicato a innovazione e conoscenza.

Brasile e Argentina sono tra i paesi (quasi tutti, del resto) che non riconoscono l’esito dello scrutinio. Fanno eccezione Panama, Costa Rica e Peru, intenzionati a farlo. La Spagna, che a gennaio assumerà la presidenza semestrale dell’Unione Europea, ha annunciato che pur non riconoscendo il risultato delle urne non potrà ignorarlo. Per Madrid è necessario che l’Honduras giunga a un consenso interno, a una riconciliazione politica, e anche per questo è importante che una posizione comune venga raggiunta da Europa e America Latina. “Tramite gli strumenti di coordinamento europeo, e la presidenza svedese è in contatto con le varie capitali, abbiamo discusso e convenuto che vi sarà una posizione dell’Unione Europea unica, ha detto Miguel Ángel Moratinos, ministro degli esteri spagnolo. E mi auguro che questa vada nel senso del ‘non riconoscere’ ma nemmeno del ‘non ignorare’ l’esito delle elezioni.” “All’Estoril, ha detto l’inviata di euronews, Maria Pineiro, anche i paesi ispanoamericani cercano di trovare una posizione di consenso, anche se sarebbe la prima volta che questa comunità di ventidue paesi si rivela unita in diciannove anni di storia del vertice.”