ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele congela le colonie in Cisgiordania

Lettura in corso:

Israele congela le colonie in Cisgiordania

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele fa un passo nel vuoto. Il governo di Netanyahu ha annunciato il blocco dei progetti edilizi in Cisgiordania per dieci mesi. Il gesto di apertura verso i negoziati di pace con i palestinesi non è stato accolto dalla controparte perchè temporaneo, perchè esclude le circa tremila costruzioni già avviate, perchè non comprende Gerusalemme est.

Benjamin Netanyahu: “La sospensione non riguarda le costruzioni in corso. Non comprende le scuole, gli asili e gli edifici pubbici necessari per la continuazione della vita normale nel periodo di sospensione”. Per i palestinesi resta centrale la questione di Gerusalemme est che considerano la capitale del loro stato. Per Israele, invece, si tratta di una faccenda separata da quella della Cisgiordania. Mustafa Barghouti: “Quello che Netanyahu ha annunciato oggi è uno dei suoi più grandi tentativi di frode. Non parla di bloccare gli insediamenti in costruzione, o di congelarli e neanche di riduli”. In Israele l’annuncio ha suscitato reazioni contrastanti. Contrari gli esponenti dell’estrema destra e i rappresentanti dei coloni, favorevoli i movimenti pacifisti che, tuttavia, criticano la provvisorietà del provvedimento.