ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli Stati Uniti non firmano il trattato antimine

Lettura in corso:

Gli Stati Uniti non firmano il trattato antimine

Dimensioni di testo Aa Aa

Una posizione intermedia. È quella scelta dagli Stati Uniti non hanno aderito al trattato contro le mine antiuomo, ma invieranno osservatori alla conferenza internazionale di Cartagena in Colombia.

Al trattato finora hanno aderto 156 paesi, ma tra questi, oltre agli Stati Uniti, mancano Russia, Cina, India e Pakistan. È una questione di sicurezza è stata la risposta ufficiale di Washington. “Non abbiamo potuto firmare la Convenzione di Ottawa, quando è stata firmata per la prima volta da altri paesi, nel 1997, perché ci sono specifiche, limitate e valide circostanze militari in cui le mine sono uno strumento legittimo”. Dalla Casa Bianca hanno fatto sapere che è in corso una revisione complessiva della politica sull’uso di mine, di cui gli Statii Uniti hanno un arsenale “Pensiamo che la Cina da sola, detenga uno stock di oltre 100 milioni di mine. La Russia ne ha circa 20 milioni. Gli Stati Uniti intorno ai 10 milioni. Il Pakistan, da quattro a cinque milioni, l’India 4 milioni o giù di lì. Questi cinque paesi che detengono la maggior parte di mine sono ancora fuori dal trattato”. Secondo Human Right Watch, l’anno scorso le mine anti uomo hanno fatto più di 5mila vittime in tutto il mondo, di cui circa la metà bambini. L’adesione al trattato è considerata, a livello mondiale, essenziale per la tutela della loro vita.