ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, dove l'arte è nutrimento prima ancora della nascita

Lettura in corso:

Russia, dove l'arte è nutrimento prima ancora della nascita

Dimensioni di testo Aa Aa

Che l’arte possa influenzare il nostro stato d’animo non è una novità, ma che possa avere un effetto sui nascituri è un’ipotesi esplorata da una ginecologa russa, esperta di psicologia prenatale. E cosi’ a San Pietroburgo, al Museo di Stato Russo, si organizzano due volte alla settimana visite guidate per signore in dolce attesa.

Innegabili gli effetti anche sulle future mamme, dice la responsabile del progetto, Marina Komova. “Uno degli obiettivi principali del medico che ha in cura una donna in attesa è di diminuirle lo stato di ansia. Visitare un museo, assorbire dell’arte, contribuiscono a liberare la donna dall’ansia.” Ma gli effetti si sentirebbero anche sul nascituro. Si parte infatti dal principio che il feto sia in grado di ricevere informazioni sul mondo esterno, e l’arte potrebbe esssere un modo per convogliarle. L’opinione di due future mamme. “Personalmente credo che guardare cose belle, la natura, o dei bei dipinti, abbia un effetto positivo sullo sviluppo del bambino e sullo stato emotivo. E poi, dato che in questo periodo il tempo non è molto propizio alle passeggiate, passare qualche ora qui è un piacere.” “Quando ero incinta del primo figlio, dice un’altra, guardavo molto calcio in tivu’, e ora il piccolo fa la stessa cosa! Per cui spero che il prossimo figlio farà quel che io sto facendo adesso: sono sicura che i nascituri assorbono tutto quel che succede fuori.” Le mamme piu’ entusiaste portano il loro piccolo al museo anche dopo la nascita: si ipotizza che i bambini rivivano le emozioni positive trasmesse dalla madre al tempo della gravidanza.