ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama: "finire il lavoro" in Afghanistan, anche grazie all'India

Lettura in corso:

Obama: "finire il lavoro" in Afghanistan, anche grazie all'India

Dimensioni di testo Aa Aa

Abbassare la tensione tra India e Pakistan, per poter finire il lavoro in Afganistan. La lotta al terrorismo passa anche da qui, e Barack Obama lo ha spiegato accogliendo alla Casa Bianca Manmohan Singh. A Washington per la prima visita di stato della nuova amministrazione, il premier indiano ha ricevuto le rassicurazioni del Presidente Usa.

Tra Stati Uniti e India una partnership che vuole definire il Ventunesimo secolo, ha detto Obama. L’India è insipensabile per la prosperità e per la sicurezza globale, che ora, che passa per la stabilizzazione dell’Afghanistan: “Dopo otto anni, alcuni dei quali segnati dall’assenza di mezzi o strategia per i lavoro necessario – ha detto Obama -, ho intenzione di portare a termine quel lavoro”. A Singh è stata data la migliore accoglienza, con una cena di gala, vegetariano il menu, con verdure dell’orto curato dalla first lady. A tavola, star dello spettacolo e i politici che contano. Obama ha accolto l’invito di Singh e il prossimo anno si recherà in India, che vorrebbe tornare ad avere un posto di rilievo nell’agenda Usa. Intanto sul tavolo c‘è l’impegno sul nucleare civile e l’intento di rafforzare la cooperazione economica. Prima, però, l’Afghanistan, con la conferma dell’intenzione di aumentare le truppe.