ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Netanyahu: dieci mesi di stop alle colonie

Lettura in corso:

Netanyahu: dieci mesi di stop alle colonie

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo israeliano di destra comincia a fare le prime concessioni alla comunità internazionale sulla questione palestinese.
 
Il premier Benjamin Nethanyahu ha proposto uno stop alla costruzione delle colonie per i prossimi dieci mesi. La misura, tesa a rilanciare il processo di pace, non riguarda Gerusalemme est dove la maggioranza della popolazione è araba.
 
Proprio questa esclusione e la durata limitata nel tempo hanno fatto dire all’Autorità nazionale palestinese di non essere interessata all’offerta. L’Anp ha posto come condizione per tornare al tavolo negoziale lo stop totale e permanente alla costruzione degli insediamenti.
 
Il governo israeliano è impegnato in queste ore anche nella trattativa per la liberazione del soldato Gilad Shalit in cambio della scarcerazione di un numero imprecisato di militanti palestinesi. La mediazione è portata avanti dall’Egitto e dalla Germania. Hamas ha accusato Israele di ritardare il raggiungimento di un accordo.
 
Shalit fu catturo il 25 giugno 2006 alla frontiere con la striscia di Gaza. Solo di recente è stata fornita la prova che il soldato è ancora in vita.