ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il tribunale federale svizzero dice sì alla scarcerazione di Polanski

Lettura in corso:

Il tribunale federale svizzero dice sì alla scarcerazione di Polanski

Il tribunale federale svizzero dice sì alla scarcerazione di Polanski
Dimensioni di testo Aa Aa

Due mesi dopo il suo arresto Roman Polanski potrà lasciare il carcere di Wintherthur a 20 chilometri da Zurigo. Il tribunale penale federale svizzero ha concesso la liberazione dietro il pagamento di una cauzione di 3 milioni di euro.

Il regista franco-polacco era finito dietro le sbarre per un’accusa di violenza su minore risalente al 1977. Il mandato di cattura era stato spiccato dalla giustizia statunitense ma non era stato mai eseguito fino allo scorso 26 settembre quando Polanski fu bloccato all’aeroporto di Zurigo, città nella quale avrebbe dovuto ricevere un premio dal locale festival del cinema. Dopo l’uscita dal carcere Polanski dovrà consegnare i propri documenti per l’espatrio, restare agli arresti domiciliari nel suo chalet de Gstaad e sarà sottoposto a sorveglianza elettronica. Il ministero della giustizia elvetico sta decidendo se fare ricorso al tribunale federale di Losanna, la più alta istanza giudiziaria del Paese.