ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo Kercher. Chiesto l'ergastolo per Knox e Sollecito

Lettura in corso:

Processo Kercher. Chiesto l'ergastolo per Knox e Sollecito

Dimensioni di testo Aa Aa

Ergastolo con 9 mesi di isolamento diurno è questa la condanna contro Amanda Knox richiesta dai PM di Perugia nel processo per l’assassinio di Meredith Kercher. La stessa pena è stata richiesta anche per il coimputato Raffaele Sollecito, ex fidanzato italiano della ragazza statunitense.

Nella requisitoria è stato descritto un crescendo di violenze, comprese quelle sessuali, fino all’omicidio, complici droga e alcool. La ventiduenne Amanda avrebbe organizzato l’assassinio perché non sopportava più che la sua coinquilina criticasse il suo stile di vita. La difesa si oppone a tutto il castello accusatorio: “L’ergastolo era prevedibile, invece l’isolamento diurno esprime un disvalore molto accentuato – è il commento di Luciano Ghirga, uno dei legali di Knox – E’ tipica di reati e di imputati diversi, di grandi associazioni mafiose…” Il delitto risale al 2 novembre del 2007. La studentessa inglese Meredith Kercher, ventuno anni, viene ritrovata morta seminuda e con la gola tagliata in un appartamento del cetro storico di Perugia. La presunta arma del delitto, un coltello da cucina con le tracce del di enne a di Knox viene rinvenuto piu’ tardi in casa di Sollecito. La sentenza è prevista per i primi di dicembre. Per il delitto c‘è già un condannato: l’ivoriano Rudy Guedé, che ha preso 30 anni con rito abbreviato.