ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'acceleratore del Cern riparte, prrossima missione la collisione tra particelle

Lettura in corso:

L'acceleratore del Cern riparte, prrossima missione la collisione tra particelle

Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno dopo la delusione, gli scienziati del Cern possono esultare: riparte la corsa alla ricerca delle origini dell’universo.

L’acceleratore più grande del mondo ha ripreso l’esperimento, raggi di particelle sono stati posti in circolazione in entrambe le direzioni all’interno dell’impianto sotterraneo chiamato Large Adron Collider, grande collisore di adroni a Ginevra in Svizzera. Il prossimo passo saranno le collisioni, a bassa energia, previste all’incirca tra un settimana. “Le proprietà magnetiche della macchina sono buone, l’apertura è chiara, le particelle non sono rimaste bloccate, è un segno davvero incoraggiante, un progresso notevole”, afferma Mike Lammont, capo delle operazioni Cern. L’esperimento, che punta a ricreare le condizioni del Big Bang, era fallito due volte, appena 48 ore dopo il suo lancio nel settembre del 2008 e, ancora, nove giorni dopo. La seconda volta a causa di un difetto a uno dei suoi magneti che hanno il compito di guidare le particelle lungo i 27 chilometri di circuito. L’LHC potrebbe fornire risposte sui segreti della materia, come l’origine della massa. L’anno prossimo gli scienziati mirano a far collidere le particelle a livelli di energia superiori a quelli finora testati in questo campo.