ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: Kharzai giura e dichiara guerra alla corruzione

Lettura in corso:

Afghanistan: Kharzai giura e dichiara guerra alla corruzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Hamid Karzai ha giurato: dopo le contestate elezioni di agosto e il mancato ballottaggio, è ora ufficialmente presidente dell’Afghanistan, per un secondo mandato consecutivo.

Rispetto della Costituzione, riconciliazione con l’opposizione e soprattutto lotta alla corruzione, gli impegni assunti con il paese, nel suo discorso d’insediamento. Numerosi i politici occidentali intervenuti alla sobria cerimonia, nel palazzo presidenziale di Kabul. Gli occhi dei Grandi del pianeta sono puntati su Karzai, anche per la lotta alla trasparenza interna che è chiamato a condurre. Un recente studio internazionale ha collocato l’Afghanistan al secondo posto dopo la Somalia, tra i paesi più corrotti al mondo. Scettico sulle promesse fatte in proposito dal neopresidente, il suo ex avversario Abdullah Abdullah, parla di “male così” radicato, da rendere la sfida “molto complessa” per qualsiasi governo, e a maggior ragione per quello ora in carica. In giornata, nel sud del paese, due soldati americani hanno perso la vita nell’ennesimo attentato. Un totale di 475 militari stranieri morti dall’inizio del 2009, che rilancia la questione della sicurezza. “Entro cinque anni – ha detto Karzai – potremo fare a meno delle truppe internazionali”.