ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nomine, le eurodeputate chiedono più potere per le donne

Lettura in corso:

Nomine, le eurodeputate chiedono più potere per le donne

Dimensioni di testo Aa Aa

Curriculum, cravatta e cappello per chiedere una maggiore presenza femminile al vertice delle istituzioni europee. Cresce la pressione sui capi di stato e di governo dei 27 alla vigilia del vertice straordinario di Bruxelles che dovrà indicare, come previsto dal Trattato di Lisbona ratificato ormai da tutti gli Stati membri, il presidente dell’Unione e il ministro degli esteri. Con questa singolare protesta davanti alla sede del consiglio europeo una trentina di eurodeputate, tra cui ex premier ed ex ministre, chiedono che almeno uno di questi due posti vada a una donna.

“Siamo qui per reclamare quella parità uomo-donna che è prevista dai testi europei ma che nella realta non esiste – dice l’eurodeputata francese Karima Delli -. Vogliamo più posti di responsabilità per le donne”. Le eurodeputate hanno anche minacciato di non votare la fiducia a Barroso se nella prossima commissione almeno 1/3 dei commissari non sarà donna. Nel precedente esecutivo europeo erano solo 6 su 27.