ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq a rischio il voto di gennaio

Lettura in corso:

Iraq a rischio il voto di gennaio

Dimensioni di testo Aa Aa

Sempre più incerto il voto a gennaio in Iraq. Il vice presidente iracheno sunnita, Tareq al Hashimi, ha oggi posto il veto agli articoli della nuova legge elettorale che riguardano gli elettori all’estero, affermando che sono inadeguati. La legge era stata approvata una settimana fa dopo lunghe discussioni:

“Non mi oppongo a tutti gli articoli della legge – ha detto Hasimi -. Ma in pratica sono contro il primo perché voglio rendere giustizia agli iracheni che vivono all’estero”. In Iraq per poter svolgere le elezioni la nuova legge elettorale deve essere approvata 60 giorni prima della consultazione. Quindi se si volesse mantenerle a fine gennaio resta solo la prossima settimana per approvarla. Il vicepresidente Hashimi non è stato il solo a essersi detto scontento della legge. Già ieri, i partiti curdi avevano minacciato il boicottaggio delle consultazioni, chiedendo una modifica della quota di seggi assegnati alle minoranze.