ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Il bosco fantasma". Una scultura per dire stop alla deforestazione

Lettura in corso:

"Il bosco fantasma". Una scultura per dire stop alla deforestazione

"Il bosco fantasma". Una scultura per dire stop alla deforestazione
Dimensioni di testo Aa Aa

Un bosco fantasma nel cuore di Londra. Non è un film nè una leggenda metropolitana, ma una sorta di scultura che vuole sensibilizzare la gente sugli effetti dei cambiamenti climatici.

L’ideatrice del progetto è Angela Palmer, eclittica artista inglese nota per le sue provocazioni e il suo attivismo molto apprezzato anche dalle diverse organizzazioni ambieltaliste. “ Questi tronchi d’albero sono dei testimoni di una battaglia fondamentale: quella per dire stop alla deforestazione globale. Ecco questi sono i risultati dell’inquinamento, della distruzione delle foreste. Noi saremo al vertice di Copenhagen a dicembre per dire stop: bisogna salvare i polmoni verdi del mondo.”. Gli alberi usati dalla Palmer arrivano dal Ghana, uno dei paesi maggiormente colpiti dal disboscamento selvaggio effettuato da aziende che senza licenza tagliano legna e la rivendono sul mercato nero. Una piaga che riguarda non solo l’Africa ma anche e soprattutto la foresta Amazzonica. Dopo Londra la performance artisitica sarà nella capitale danese nei giorni del summit sul clima.