ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Conferenza di Copenhagen sul clima a rischio fallimento

Lettura in corso:

Conferenza di Copenhagen sul clima a rischio fallimento

Dimensioni di testo Aa Aa

La strategia del rinvio si profila all’orizzonte della Conferenza di Copenhagen sul riscaldamento globale, e la padrona di casa, il ministro danese per l’Energia, si preoccupa di un eventuale fallimento del Vertice.

Principale ostacolo sulla via di una intesa, la posizione di Cina e Stati Uniti, due tra i principali paesi produttori di CO2, e proprio a questi ultimi il ministro rivolge un appello. “Siamo chiari. Un accordo parziale non è un accordo. I miei sentimenti nelle ultime ore sono segnati dalla forte volontà di rispettare gli impegni. Naturalmente ci sono molti punti che devono ancora di essere risolti, ma posso ritenermi incoraggiata dalla determinazione che i ministri hanno mostrato”, ha detto a margine del prevertice di ieri. Nonostante le affermazioni formali e di principio, sulla Conferenza di Copenhagen grava lo spettro del fallimento. E i margini per scongiurarlo appaiono sempre più stretti.