ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit FAO. Contro la fame nel mondo: piu' finanziamenti e rilancio dell'attività agricola

Lettura in corso:

Summit FAO. Contro la fame nel mondo: piu' finanziamenti e rilancio dell'attività agricola

Dimensioni di testo Aa Aa

Contro la fame nel mondo servono azioni concrete e decisive. Con questo appello si apre oggi a Roma il vertice della FAO sull’alimentazione.

Attorno al tavolo di un summit che rischia di essere un flop, molti ma non tutti i capi di Stato presenti. Accanto al padrone di casa Silvio Berlusconi ci saranno i leader dei paesi africani e dell’America Latina, da Lula da Silva al contestato Mugabe, ma non quelli dei paesi Occidentali, quelli che contano davvero e che possono influire su scelte politiche per contribuire a salvare il mondo dalla fame. Una piaga che fa una vittima ogni minuto. Quest’anno, per la prima volta dagli anni ’70, il numero delle persone che soffrono la fame ha superato il miliardo. Ecco perchè entro il 2050 la produzione di cibo dovrà aumentare del 70% per soddisfare le esigenze della popolazione mondiale. Il sostegno per i Paesi in via di sviluppo, secondo la FAO, dovrà essere di circa 29,6 miliardi di euro all’anno. Attualmente al settore agricolo sono destinati solo il 5% delle risorse, percentuale che era del 3,6% prima del G8 dell’Aquila. “ Penso che sia sbagliato pensare che l’unico modo per sconfiggere il problema della fame sia affidarsi solo ai finanziamenti della grandi potenze. I paesi in via di sviluppo dovranno essere in grado prima o poi di prodursi il cibo da soli.” Intanto per tutta la notte il Colosseo a Roma è rimasto illuminato con una luce verde: un modo per tenere accesi i riflettori sul diritto di ogni essere umano ad avere un’alimentazione adeguata.