ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama in Cina, mano tesa a Pechino

Lettura in corso:

Obama in Cina, mano tesa a Pechino

Dimensioni di testo Aa Aa

Barack Obama a Shanghai per la tappa cinese del suo viaggio in Asia. Lotta al terrorismo, Tibet e difesa dei diritti umani, fra i temi del suo primo discorso pubblico.

Applaudito da una platea di studenti, il presidente degli Stati Uniti ha insisitito soprattutto sull’amicizia tra i due paesi. “Basta – ha detto – col preconcetto della rivalità fra Washington e Pechino”:

“Oggi abbiamo relazioni positive e costruttive che aprono le porte a una collaborazione sui temi chiave del nostro tempo – il commento di Obama -: la ripresa economica e lo sviluppo di energia pulita, come lo stop alla diffusione delle armi nucleari, il flagello del cambiamento climatico e la promozione di pace e sicurezza in Asia e nel resto del mondo. Tutti questi temi saranno oggetto del mio incontro con il presidente Hu Jintao”.

Sollecitato dagli studenti, Obama ha poi ribadito il suo no alla censura su internet: “Proprio il dialogo sul web – ha detto – ha fatto di me un leader migliore”.

Ad attenderlo, dopo Shanghai, il trasferimento a Pechino per l’atteso faccia a faccia con Hu Jintao.

In primo piano sulla stampa locale e internazionale, la visita di Obama ha portato anche a un drastico irrigidimento dei controlli.

Massicce le misure di sicurezza adottate nella capitale cinese, per garantire incolumità del presidente e difesa dell’ambasciata statunitense.