ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aspettando la Conferenza di Copenhagen si ipotizza un rinvio delle scadenze

Lettura in corso:

Aspettando la Conferenza di Copenhagen si ipotizza un rinvio delle scadenze

Dimensioni di testo Aa Aa

La lotta al riscaldamento globale può attendere. I quaranta ministri riuniti nella capitale danese, in preparazione della Conferenza mondiale sul clima, discutono su come spostare in avanti il termine per un Trattato sulle emissioni nocive.

Connie Hedegaard, ministro danese dell’Energia, ha proposto come nuova scadenza quella del 2010, ammettendo che in ogni caso tutto dipenderà da come nel concreto i singoli paesi decideranno di operare. La proposta danese di un rinvio verrà presa in esame con attenzione dalla Cina, anche se Pechino ha ribadito la propria posizione, secondo la quale tocca ai paesi industrializzati da più tempo, tagliare le emissioni in quote maggiori rispetto ai paesi in via di sviluppo. Una posizione in conflitto con quella sostenuta dagli Stati Uniti, che sebbene parlino della necessità di “fare passi avanti”, non sono disponibili a vincolare il proprio sistema produttivo alla tutela ambientale. Nello stretto margine di manovra rimasto, la Conferenza mondiale di Copenhagen, in calendario dal 7 al 18 divembre, dovrà tentare di evitare il fallimento.