ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Praga ricorda la "Rivoluzione di velluto"

Lettura in corso:

Praga ricorda la "Rivoluzione di velluto"

Dimensioni di testo Aa Aa

Due ore di concerto ieri sera a Praga per ricordare il ventesimo anniversario della “Rivoluzione di velluto”, con la quale venne rovesciato il regime comunista nell’allora Cecoslovàcchia.

Promosso dall’ex presidente dissidente Vaclav Havel, il concerto si è svolto nella chiesa di Sant’Anna nel centro storico della città. Sul palco artisti di fama mondiale, impegnati nella battaglia per la tutela dei diritti umani, come Lou Reed, Joan Baetz e Susan Vega. Tanti anche i video messaggi giunti dai leader politici: quello dell’ex presidente sovietico Michail Gorbaciov, del cancelliere tedesco Angela Merkel, ma anche del presidente degli Stati Uniti Barack Obama e del Dalai Lama, che ha plaudito alla non violenza della rivoluzione ceca. Sul podio è salito anche Vaclav Havel che ha voluto rivolgere un pensiero a tutte le nazioni che ancora sono oppresse da regimi autoritari. L’attuale presidente ceco Vaclav Klaus invece per la prima volta ha riconosciuto in pubblico il ruolo chiave del suo predecessore nella rivoluzione del 1989. Vent’anni fa i cecoslovacchi organizzarono diverse manifestazioni contro la repressione di una marcia studentesca. Il movimento “Forum civico” fece cadere il regime comunista e portò alla formazione di un governo di unità nazionale.