ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi e il turismo: segnali di ripresa

Lettura in corso:

La crisi e il turismo: segnali di ripresa

Dimensioni di testo Aa Aa

Per quattro giorni Londra è stata la capitale mondiale del turismo. Nella capitale britannica si è tenuto il salone che ha riunito circa cinque mila espositori dedicato esclusivamente ai professionisti del settore.

Anche il turismo sta pagando il prezzo della crisi. Secondo i primi dati nei primi nove mesi dell’anno il numero die turiosti è in diminuzione del 7% nel mondo intero. Ma la ripresa è a portata di mano come sottolinea il numero uno dell’associazione europea dei tour operator “La crisi ha colpito il turismo in tutti i suoi comparti specie in Europa. Come dimostra la diminuzione dei turisti provenienti dal Giappone e dal Nord America. Ma non mancano tuttavia i segnali che fanno ben sperare” Il 2010 sarà l’anno del campionato del mondo di calcio che si terranno nell’Africa del Sud e dell’Esposizione mondiale a Shanghai: due avvenimenti che dovrebbero essere in grado di ridare vigore al turismo, La Francia resta sempre il paesie piu’ visitato al mondo, quello dove invece i turisti spendono di piu’ sono gli Stati Uniti. Un dato positivo arriva infine dalla cifre relative al mese di settembre secondo cui la tendenza negativa è ormai un ricordo. Con i primi timidi segnali di ripresa nel terzo trimestre del 2009 l’industria del turismo è ottimista circa l’andamento dle 2010. La sfida è ampia, ma non mancano i motivi per essere positivi.