ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: 9 esecuzioni capitali per i disordini nello Xinjang

Lettura in corso:

Cina: 9 esecuzioni capitali per i disordini nello Xinjang

Dimensioni di testo Aa Aa

Nove esecuzioni capitali in Cina, in seguito ai disordini del luglio scorso nello Xinjang la cui responsabilità principale è stata attribuita ai membri dell’etnia uigura, maggioritaria in quella regione.

Condannati per omicidio, saccheggio e altri crimini i nove sono stati messi a morte in data e luogo imprecisati. Altre 20 persone sono state formalmente accusate per aver commesso 18 omicidi nel corso di quei disordini, che causarono in totale 200 morti, in gran parte di etnia Hahn, ad Urumqi, il capoluogo regionale. Non è chiaro che cosa scatenò i disordini di luglio: secondo la versione ufficiale, furono gruppi di uiguri ad attaccare i membri di etnia Hahn, che poi reagirono. Dei 9 condannati di oggi, 8 sono uiguri e uno Hahn. Da decenni, gli uiguri si dicono discriminati, e non sono rari gli attentati di matrice indipendentista.