ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quanto costa l'Afghanistan all'Unione Europea?

Lettura in corso:

Quanto costa l'Afghanistan all'Unione Europea?

Dimensioni di testo Aa Aa

Meno visibili della presenza militare, gli aiuti per la ricostruzione dell’Afghanistan sono altrettanto consistenti di quelli alla stabilizzazione del paese. L’impegno europeo in tal senso è di tutto riguardo. Un esempio è la ricostruzione di questa barriera sul fiume Kunduz, nel nord del Paese, finanziata dall’Unione Europea.

Questa ha già investito in Afghanistan otto miliardi di euro tra il 2002 e il 2010, mentre 700 milioni di euro sono vincolati per il periodo 2007-2010. La stabilizzazione di un paese passa necessariamente attraverso la sicurezza, e dunque l’addestramento della polizia e dei rappresentanti della giustizia. E’ questa la missione di Eupol – la Germania forma gli agenti, l’Italia i giudici. Dal 2002 l’Europa è il maggiore finanziatore della polizia afghana: 200 milioni di euro già versati, e piu’ di 18mila agenti addestrati. Imporre la legge in Afghanistan significa lottare contro l’economia che ruota attorno all’oppio, che a sua volta alimenta corruzione e criminalità. Della lotta al narcotraffico si occupano i britannici. L’Europa si è anche impegnata in progetti di sviluppo rurale, con l’idea di sostituire la coltura del papavero. Tra il 2002 e il 2006, l’Unione Europea ha investito 969 milioni di euro in progetti per la ricostruzione, e per il periodo 2007-2010 l’impegno è stato pari a 700 milioni di euro. Uno sforzo finanziario, umano, e politico notevole da parte degli europei: i risultati non sono, ancora, sempre all’altezza.