ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Barcellona il pre-Copenhagen

Lettura in corso:

A Barcellona il pre-Copenhagen

Dimensioni di testo Aa Aa

All’ombra della Sagrada Familia e del vertice preliminare internazionale sul clima a Barcellona, i militanti di Greenpeace hanno inscenato una manifestazione delle loro. Con uno striscione steso sulle gru della basilica, Greenpeace ha chiesto ai leader mondiali di ‘‘prendere una decisione per salvare il clima’‘ .

Damon Moglen Greenpeace USA Global Warming Campaign Director “Gli Stati Uniti, essendo storicamente uno dei paesi più inquinanti ha una grande responsabilità in questi negoziati. La normativa che è all’esame del Congresso non è sufficiente. Il presidente deve impegnarsi e indirizzare i negoziatori americani affinché si raggiunga un accordo”. Nelal città catalana intanto è entrato nel vivo il vertice sul clima con la partecipazione di 4 mila rappresentanti provenienti da 180 paesi che si riuniscono per l’ultima volta prima del vertice Onu di Copenaghen L’obiettivo è arrivare pronti nella città danese per trovare un accordo mondiale contro l’effetto serra. Mette in guardia il capo delegazione clima delle Nazioni Unite: “Copenhagen è una tappa di un viaggio, ci saranno altri negoziati dopo Copenhagen, anche se quest’appuntamento si rivelerà un successo al 200 %”. I 27 sono d’accordo sul fatto che bisogna aiutare le economie povere e in via di sviluppo con 100 miliardi di euro all’anno per equipaggiarle di una tecnologia verde e per cambiare la mentalità,ma non riescono a trovare un’intesa su quanto dare a livello europeo e ripartendo la cifra tra gli stati membri.