ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Europa in ginocchio da Klaus

Lettura in corso:

L'Europa in ginocchio da Klaus

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa ai piedi di Vaclav Klaus.

Da Praga dove è rimasto, il presidente ceco ha ritmato i tempi di questa prima giornata di lavori, obbligando i 27 a dar prova di abilità dialettica per assicurare la formula che ha garantito a Praga una deroga sulla carta dei diritti fondamentali.

È stata questa infatti la condizione imposta da Klaus per firmare il trattato di Lisbona. Klaus ha chiesto una formula da inserire nella carta dei diritti fondamentali così da scongiurare eventuali richieste di risarcimento da parte dei tedeschi sudeti cacciati ed espropriati dei loro beni dall’ex Cecoslovacchia nel 1945. In cambio ha dato la sua totale garanzia che l’attesa firma del Lisbona arriverà al più presto.

E questo indipendentemente da ciò che il prossimo 3 novembre deciderà a Praga la Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità del trattato rispetto all’ordinamento ceco.