ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clima: non c'è accordo tra i 27

Lettura in corso:

Clima: non c'è accordo tra i 27

Dimensioni di testo Aa Aa

A dividere l’europa dell’est e dell’ovest questa volta è l’assegno per finanziare la lotta contro il cambiamento climatico.

La prima giornata del summit di Bruxelles si è conclusa con i 27 lontani dal trovare un accordo sui fondi necessari per aiutare i Paesi più poveri a combattere il cambiamento climatico. Prima della fine dei lavori il premier ungherese Gordon Bajnai ha precisato: “Voglio che sia chiaro che per noi, per i nostri nove Paesi la proposta avanzata dalla presidenza non è accettabile così com‘è rispetto al contributo che l’Europa vuole dare alla conferenza sul clima di Copenhagen alla fine dell’anno”. Il blocco di nove Paesi dell’Est chiede che il contributo nazionale venga deciso sulla base del solo prodotto interno lordo, senza considerare la responsabilità nell’inquinare. I negoziati continuano per cercare di avvicinare le posizioni, se si dovesse arrivare a un’intesa la ripartizione deglioneri non verrà resa pubblica. “È importante che l’Unione europea mantenga il suo ruolo di leadership che ha avuto in tutte le situazioni”. Bruxelles chiede un impegno minimo di 15 miliardi di euro all’anno verso i paesi più poveri. In vista di Copenhagen i 27 potrebbero tenere un consiglio straordinario a metà novembre .