ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa sotto pressione, dopo la recrudescenza delle violenze dei Taleban

Lettura in corso:

Usa sotto pressione, dopo la recrudescenza delle violenze dei Taleban

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Pakistan è scosso, il giorno dopo l’attentato piu’ grave subito negli ultimi due anni: oltre 100 persone sono morte, 200 i feriti, nell’esplosione di ieri al mercato di Peshawar.

I Taleban negano la responsabilità in quest’ultimo bagno di sangue: ma sono sempre piu’ minacciosi e l’amministrazione Obama è sotto forte pressione. Venerdi’ a Washington si dovrà decidere la nuova strategia militare nell’area, in particolare in Afghanistan. Hillary Clinton è arrivata ieri in Pakistan per la prima visita dalla sua nomina a segretario di Stato americano. Una tre-giorni per incontrare a Islamabad e Lahore i responsabili politici e militari del paese, alleato degli Usa nella lotta al terrorismo. Anche l’Afghanistan è in preda all’instabilità e all’incertezza politica, acuite dall’attentato di ieri alla sede Onu di Kabul: 6 gli stranieri uccisi. Il segretario generale dell Nazioni Uniti ha condannato l’attacco. “Condanno questo atto scioccante e vergognoso – ha detto – , e i terroristi che hanno commesso questo crimine. E’ ingiustificabile da ogni punto di vista”. Il mese di ottobre, per le truppe statunitensi, è stato il peggiore per numero di morti in Afghanistan dall’inizio del conflitto, nel 2001.