ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Praga più vicina a Lisbona? Il trattato all'esame della Corte Costituzionale

Lettura in corso:

Praga più vicina a Lisbona? Il trattato all'esame della Corte Costituzionale

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ultimo ostacolo al Trattato di Lisbona potrebbe essere rimosso da quindici giudici. La Corte costituzionale della Repubblica Ceca, unico Paese a non aver ancora ratificato il testo, esamina oggi il nuovo ricorso di un gruppo di senatori euroscettici.

I senatori, vicini a Vaclav Klaus, ritengono che il trattato, approvato già dal parlamento ceco e in attesa della firma del presidente, mini la sovranità del Paese. Il verdetto della Corte potrebbe arrivare oggi stesso. La suspense ceca verso la fine? Ultimissimo tassello la condizione posta da Klaus per la ratifica, sulla quale venerdì scorso c‘è stato un accordo di principio con la presidenza svedese dell’Unione. Sarà discussa questa settimana dal consiglio europeo. Klaus chiede una deroga per la Repubblica Ceca all’applicazione della Carta dei diritti fondamentali, come quella ottenuta da Gran Bretagna e Polonia. Permetterebbe al Paese di prevenire possibili richieste di risarcimento da parte dei discendenti dei tre milioni di tedeschi dei Sudeti cacciati dalla Cecoslovacchia dopo la seconda guerra mondiale.