ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo Karadzic, reazioni opposte in Bosnia e Serbia

Lettura in corso:

Processo Karadzic, reazioni opposte in Bosnia e Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

Rabbia e incredulità in Bosnia. In particolare sono le madri del massacro di Srebrenica ad essere furiose per il rinvio dell’udienza a Radovan Karadzic al tribunale penale internazionale dell’Aja.
 
“Noi madri non chiediamo molto. Non possiamo riavere cio’ che abbiamo perso. Vorrei solo poterlo giudicare personalmente”, dice una delle madri.
 
“Com‘è possibile che possa non presentarsi al processo. Dovrebbe essere preso e legato sulla sedia. Ecco cosa dovrebbe succedere se ci fosse giustizia”, afferma un’altra.
 
Completamente opposte le reazioni a Belgrado. Al bar “Crazy Horse”, dove era solito prendere il caffè quando si nascondeva sotto l’identità del dottor Dabic, l’ex leader serbo è considerato ancora un eroe.
 
“Perchè doveva comparire all’Aja, quel processo non è giusto, è contro i serbi e la cristianità ortodossa”, dice un sostenitore.
 
Karadzic era stato arrestato proprio a Belgrado 15 mesi fa.
 
“Sono sicuro che quel processo non è regolare. Avrebbero dovuto dare piu’ tempo a Radovan per prepararsi. Nessun serbo imputato all’Aja ha avuto finora un processo regolare”, afferma convinto un passante.
 
L’udienza a Karadzic non è stata pubblicizzata molto dai media serbi. Solo l’emittenet B 92 INFO era pronta a dare la diretta del processo.