ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Verso l'Aja per l'inizio del processo a Karadzic

Lettura in corso:

Verso l'Aja per l'inizio del processo a Karadzic

Dimensioni di testo Aa Aa

A Sarajevo i parenti delle vittime si preparano a partire per l’Aja, dove lunedì si apre il processo a Radovan Karadzic. A gran voce chiedono giustizia, chiedono che l’ex leader serbo-bosniaco paghi per i crimini commessi. Karadzic è accusato di crimini di guerra, contro l’umanità e genocidio. Ha già fatto sapere che non si presenterà davanti ai giudici del Tribunale Penale Internazionale, che dovranno trovare una via d’uscita.

Su Karadzic pendono 11 capi d’accusa per crimini commessi durante la guerra in Bosnia tra il 1992 e il 1995. E’ considerato responsabile, tra l’altro, del massacro di Srebrenica, più di 7000 musulmani furono uccisi. In Montenegro, i parenti e gli amici lo difendono e lo considerano un eroe. “Sappiamo che è pulito e innocente – dice il cugino. Stava combattendo per la causa. Era sul giusto cammino, ha creato la repubblica Srpska. Ha combattuto per il suo popolo, così come tutti gli altri hanno combattuto per il proprio popolo”. Karadzic è stato arrestato lo scorso anno. Rifiuta di comparire in aula, poiché sostiene di non avere avuto abbastanza tempo per preparare la sua auto-difesa. Ora ai giudici il compito fare avanzare quello che è considerato il processo più complesso mai affrontato.