ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parte la campagna elettorale, i taleban minacciano

Lettura in corso:

Parte la campagna elettorale, i taleban minacciano

Dimensioni di testo Aa Aa

Inizia la campagna elettorale per il ballottaggio in Afghanistan, tornano le minacce dei taleban. A due settimane dal voto, i preparativi sono a pieno ritmo nel Paese, che il 7 novembre sceglie il suo nuovo Presidente. Hamid Karzai – sotto la pressione internazionale – ha acconsentito allo svolgimento di un secondo turno.

Un’indagine dell’Onu ha portato alla luce frodi, con il conseguente annullamento di migliaia di voti a favore di Karzai, che si è così allontanato dal 50 percento necessario per evitare il ballottaggio. Abdullah Abdullah, l’ex ministro degli Esteri sfidante ha escluso di poter entrare in un governo guidato dall’avversario. Così come il 20 agosto – segnato da diversi attentati – l’incongnita principale resta la sicurezza. I taleban hanno invitato a non partecipare a quello che definiscono un processo elettorale americano. Al primo turno, l’affluenza massima registrata è stata inferiore al 40 percento, ma in alcune zone non ha superato il 5 percento. Ad aggiungersi a questo, la rigida stagione invernale, che potrebbe rendere inaccessibili alcune aree del Paese.