ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

South Stream nel faccia a faccia tra Berlusconi e Putin

Lettura in corso:

South Stream nel faccia a faccia tra Berlusconi e Putin

Dimensioni di testo Aa Aa

Il gasdotto South Stream è stato al centro dei colloqui della visita, definita privata, di Silvio Berlusconi in Russia. Il premier italiano, quello russo Vladimir Putin hanno avuto un colloquio in videoconferenza con il premier turco Erdogan.

L’inizio dei lavori per il gasdotto è previsto per il 2013, ma Berlusconi ha chiesto e ottenuto da Putin che venga realizzato prima del North Stream, diretto in Germania. “South Stream dev’essere costruito più velocemente di North Stream, nel Mar Baltico. Possiamo farlo perché abbiamo l’esperienza della costruzione di Blue Stream, in territorio turco. In quell’occasione lavorammo tutti e tre assieme” Promosso da Gazprom ed Eni, South Stream passerà sotto il Mar Nero , poi si sdoppierà: un ramo, attraverserà la Serbia e l’Austria, per arrivare fino a Milano, l’altro raggiungerà il sud Italia. South Stream è un progetto che fa diretta concorrenza al gasdotto Nabucco, voluto dall’Unione europea che, attraverso Turchia, Grescia, Bulgaria, Romania e Ungheria, mira a ridurre la dipendenza del continente da Mosca. Per Ankara i due progetti non sono in concorrenza. In italia invece la visita di Berlusconi in Russia ha provocato polemiche tra maggioranza e opposizione.