ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ondata di attentati suicidi in Pakistan

Lettura in corso:

Ondata di attentati suicidi in Pakistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Una serie di attentati ha fatto più di 20 morti in Pakistan. L’esercito di Islamabad continua la sua offensiva contro i taleban, i ribelli continuano a colpire. Una decina di persone sono morte nel nord del Paese, dove è stata presa di mira una base aerea che si ritiene sia collegata al programma nucleare pachistano, ma i vertici militari non confermano il dettaglio. Un kamikaze si è fatto esplodere nelle vicinanze della base di Kamra, a circa 80 chilometri da Islamabad.

Sempre stamani un’auto è esplosa davanti a un ristorante di Peshawar, una quindicina i feriti. Dopo l’esplosione si è scatenata anche una sparatoria. Ma il bilancio più grave si registra nel distretto nord occidentale di Mohmand: un autobus che trasportava i partecipanti a un matrimonio è esploso su una mina, causando una ventina di morti, in gran parte donne e bambini. La polizia punta il dito contro i taleban per questi ultime attentati. L’esercito di Islamabad ha dato il via sabato scorso a un’offensiva contro i ribelli nel Waziristan del Sud. Da allora sono morte circa 150 persone, in gran parte ribelli. Da metà ottobre, a causa del conflitto, decine di migliaia di persone si sono date alla fuga, in cerca di cibo e beni di prima necessità messi a disposizione dagli operatori umanitari.