ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare iraniano, accordo con Aiea verso fallimento

Lettura in corso:

Nucleare iraniano, accordo con Aiea verso fallimento

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iran ottiene un’altra settimana di tempo per decidere sulla proposta dell’Agenzia Atomica Internazionale.

Mancavano poche ore allo scadere dell’ultimatum posto dall’Aiea per accettare il piano sull’arricchimento, quando Teheran ha annunciato che avrebbe dato una risposta solo la prossima settimana. Poco dopo la conferma da Vienna che il rinvio è accordato. “Se l’Iran rifiuterà la proposta” ha detto il ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner “tutto il lavoro svolto finora dal gruppo dei 5 + 1 a Ginevra verrebbe messo in discussione”. A mezzanotte sarebbe dovuto scadere il termine fissato dal Direttore generale dell’Agenzia Atomica Internazionale Mohammed El Baradei perchè Teheran rispondesse alla proposta dell’Aiea che prevede l’arricchimento all’estero di parte dell’uranio iraniano. Il piano prevede che Teheran consegni fino al 75% delle sue riserve di uranio arricchito a basso livello, a meno del 5%, a Russia e Francia. Qui l’uranio verrebbe ulteriormente arricchito e poi restituito all’Iran per impiegarlo esclusivamente a fini pacifici in un reattore per la ricerca medica. Il tutto sotto il controllo dell’Aiea. Per essere impiegato a scopi militari l’uranio dovrebbe essere arricchito oltre il 90%.